Posts Tagged ‘biodiversamente’

BiodiversaMente arriva alla seconda edizione

venerdì, ottobre 7th, 2011

Logo di BiodiversaMente

BioviversaMente è il il Festival dell’Ecoscienza organizzato dal WWF con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici che ha l’obiettivo di far “aprire gli occhi” sul tema della biodiversità.

Cos’è la biodiversità?

Per biodiversità si intende l’insieme di tutte le forme viventi geneticamente diverse e degli ecosistemi ad esse correlati. Implica tutta la variabilità biologica: di geni, specie, habitat ed ecosistemi (fonte wikipedia)

Il 2010 è stato proclamato dall’Onu Anno Internazionale della Biodioversità

La biodiversità è un patrimonio universale per tutta l’umanità per questo conservarla deve diventare la nostra priorità. Molti stati si sono impegnati a ridurre in modo significativo la perdita di biodiversità entro il 2010.

L’Italia può vantarsi di possedere un patrimonio di biodiversità straordinario. La biodiversità in Italia è infatti molto ricca e varia: laghi, fiumi stagni, zone umide con migliaia di uccelli, pesci e invertebrati, e poi le formazioni boschive, dalle foreste mediterranee fino ai boschi di conifere di alta quota. Persino gli ambienti costieri superstiti ospitano ancora migliaia di specie di pesci, intere colonie di uccelli marini e comunità di invertebrati acquatici.

Alcuni ambienti nel mondo sono particolarmente ricchi di biodiversità: le barriere coralline, le foreste tropicali e gli estuari dei fiumi ospitano circa la metà degli essere viventi del Pianeta, anche se ricoprono solo il 6% della superficie terrestre.

Il principale pericolo per la biodiversità è data dall’azione dell’uomo. Il tasso naturale di estinzione è stimato in circa una specie all’anno.

Dal 1961 al 1980 sono stati convertiti ad uso agricolo 200 milioni di ettari di foresta e 11 milioni di ettari di prateria, localizzati quasi tutti in Paesi in via di sviluppo e quasi sempre in seguito a pressioni economiche esercitate dai Paesi ricchi.

Ogni ora sul pianeta scompaiono 3 specie. Le specie viventi che compongono un ecosistema formano un equilibrio dinamico che orienta il funzionamento dello stesso sistema. Quando una specie scompare, l’equilibrio viene alterato.



In sintesi, i fattori che contribuiscono alla perdita di biodiversità sono:

1. la distruzione degli habitat

2. la colonizzazione di nuovi habitat da parte di specie aliene

3. l’innalzamento della temperatura

Quest’anno biodiversamente è dedicato al mondo della ricerca scientifica sulla biodiversità, che è alla base del nostro benessere e della nostra economia.
Sostenere la ricerca scientifica per la biodiversità significa tutelare il futuro di tutte le specie, compresa la nostra, futuro che dipende dlalla conoscenza del nostro pianeta.  La ricerca sulla biodiversità è la garanzia di una nuova economia, svolge un ruolo fondamentale per la sopravvivenza della Terra e delle generazioni future.

Per tutto il fine settimana del 22-23 ottobre, laboratori, viaggi virtuali nel tempo e nello spazio, visite speciali sotto la guida di noti ricercatori, giochi interattivi, mostre fotografiche, proiezioni di filmati. E domenica speciale apertura anche delle Oasi WWF.

Scopri quali sono gli eventi organizzati vicino alla tua città!

 

“Questo noi sappiamo: la terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra.
Tutte le cose sono collegate, come il sangue che unisce una famiglia.
Non è stato l’uomo a tessere la tela della vita, egli ne è soltanto un filo.
Qualunque cosa egli faccia alla tela, lo fa a se stesso.”

(Capo Seattle)


 

Alla scoperta della Biodiversità

giovedì, ottobre 21st, 2010

Nell’ Anno Internazionale della Biodiversità e in coincidenza con lo svolgimento della Decima Conferenza delle Parti sulla Diversità Biologica a Nagoja (18-29 ottobre) il WWF, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici Italiani, Orti Botanici e Acquari, promuove BiodiversaMente.

Sabato 23 e Domenica 24: un fine settimana tra scienza e natura, il primo Festival dell’Ecoscienza.

Due giorni di iniziative speciali, laboratori interattivi, viaggi virtuali nel tempo e nello spazio sotto la guida di noti ricercatori, in decine di musei, orti botanici, acquari e nelle Oasi WWF di tutta Italia, per scoprire i segreti della biodiversità insieme ai protagonisti della ricerca scientifica “made in Italy”.
E’ una festa della scienza italiana per celebrare l’Anno della Biodiversità.


L’Italia è uno dei Paesi più ricchi di biodiversità in Europa: 57.468 specie animali, di cui 1.255 vertebrati, 8.000 specie di piante, che arrivano a 12.000 aggiungendo alghe e licheni, e 20.000 specie di funghi. L’8,6% delle specie animali e il 13% delle piante sono endemiche, cioè esclusive dell’Italia. E si stima che siano moltissime le specie ancora sconosciute.

Ci auguriamo che l’attenzione verso queste importanti tematiche, alle quali diamo sempre ampio spazio, non siano esclusiva dell’Anno della Biodiversità.
L’impegno deve continuare nel tempo perchè si possano raggiungere risultati concreti garantendo una lunga aspettativa di vita al nostro Pianeta continuamente afflitto dall’azione dell’uomo.


“Quando è sana e vitale, la natura ci offre servizi indispensabili alla vita, come aria e acqua pulita, materie prime, cibo e medicine, protezione e regolazione del clima, il cui valore, dato per scontato, deve essere invece riconosciuto anche sul piano economico e integrato nei sistemi di contabilità nazionali – ha dichiarato Stefano Leoni, presidente del WWF Italia – Senza adeguati finanziamenti la Strategia nazionale per la biodiversità rimarrà una mera dichiarazione d’intenti ed i servizi naturali non saranno garantiti a lungo.

BiodiversaMente ha ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Cosa possiamo fare noi?